Fino al 31 ottobre 2020 sono in vigore le disposizioni annuali per prevenire la diffusione della zanzara tigre e della zanzara comune. Un video del CEAS (Centro di Educazione alla Sostenibilità Ambientale).

Questi i principali comportamenti che la cittadinanza è tenuta a adottare:

  • evitare abbandono e stoccaggio all'aperto di contenitori di qualsiasi natura e dimensione ove possa raccogliersi acqua;
  • eliminare ogni possibile raccolta d'acqua nel proprio giardino: sottovasi, annaffiatoi, secchi e quella presente in qualsiasi altro contenitore;
  • svuotare completamente, almeno una volta la settimana, bidoni e cisterne utilizzati per stoccare l'acqua da destinare agli orti e mantenerli chiusi ermeticamente;
  • trattare ogni 30 giorni i tombini con il prodotto larvicida specifico;
  • nei vasi portafiori esterni dei cimiteri è preferibile l'utilizzo di sabbia e fiori finti: diversamente, l'acqua del vaso deve essere trattata con larvicida specifico a ogni ricambio;
  • mettere dei pesci rossi nelle fontane o nei laghetti ornamentali se non trattati con il prodotto larvicida.

Segnaliamo che le zanzare non possono trasmettere il Coronavirus, ma sono vettori di trasmissione di altre malattie nell'uomo e negli animali come West Nile virus, Leishmaniosi, Dengue.

Zanzaratigreonline: info e campagna 2020 della Regione Emilia-Romagna

La novità di quest’anno è l'app ZanzaRER dedicata ai cittadini. L'App fornisce informazioni utili, approfondimenti e indicazioni operative su prevenzione e lotta alle zanzare, consente di rimanere aggiornati attraverso le news e di collegarsi direttamente al sito www.zanzaratigreonline.it, e consente di segnalare in forma anonima gli interventi con larvicidi effettuati, informazione che dà la possibilità di poter costruire una mappa dei trattamenti sul territorio eseguiti dai cittadini.

Torna all'inizio del contenuto