Procedimenti di Stato Civile

Procedimenti di Stato Civile
Martedì, 04 Giugno 2019

Al fine di costituire un’unione civile, due persone maggiorenni dello stesso sesso devono presentare congiuntamente richiesta all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune di loro scelta.

L'unione civile si celebra nella Casa Comunale, in sale del Comune destinate a questo scopo, davanti al Sindaco o all'ufficiale di Stato civile ed alla presenza di due testimoni, secondo le regole e i costi previsti dal Comune.

 

Procedura

  • processo verbale: La richiesta di unione civile deve essere formalizzata innanzi all’ufficiale dello stato civile del Comune prescelto. Il processo verbale redatto dall’Ufficiale dello Stato Civile sarà da lui sottoscritto unitamente alle parti. Dalla data del processo verbale, l’Ufficiale dello Stato Civile ha trenta giorni di tempo per effettuare accertamenti e verifiche relative all’insussistenza di impedimenti e per acquisire eventuali documenti che si rendessero necessari.
  • costituzione dell’unione: L'unione civile deve essere costituita entro 180 giorni dalla comunicazione dell'Ufficiale dello Stato Civile dell'accertamento positivo dei requisiti, altrimenti l’intera procedura si considera come se non fosse mai avvenuta. Le parti nel giorno prescelto renderanno personalmente e congiuntamente alla presenza di due testimoni, davanti al Sindaco o all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune dove è stata presentata la richiesta, la dichiarazione di voler costituire una unione civile.

 

Requisiti

Possono costituire l'unione civile due persone dello stesso sesso maggiorenni, che non si trovino nelle condizioni ostative previste dalla legge:

  • non essere  coniugati o parti di altra Unione Civile
  • non essere interdetti  per infermità di mente (art.85 c.c.)
  • non devono sussistere tra le parti  rapporti di parentela, di affinità, di adozione e di affiliazione (art. 87 c.c.)
  • nessuna delle parti deve aver conseguito  una  condanna definitiva  per omicidio consumato o tentato sul  coniuge o sulla  parte dell'Unione civile dell'altra (art. 88 c.c. )
  • Il cittadino straniero che vuole  costituire un'Unione Civile in Italia deve essere in possesso di una dichiarazione dell'autorità competente del proprio Paese,  dalla quale risulti che in base alla normativa di quel paese non vi sono impedimenti all'Unione Civile. Ai sensi degli artt. 21 e 22   del D.P.R. 396/2000, i documenti emessi all'estero devono essere tradotti e legalizzati.

 

Documentazione necessaria

  • Copia fronte-retro  di un documento d'identità valido delle parti, dei testimoni e dell'eventuale interprete
  • Per i cittadini stranieri dichiarazione dell'autorità competente del proprio Paese dalla quale risulti che in base alla normativa di quel paese non vi sono impedimenti all'Unione Civile

 

Sale disponibili

La cerimonia civile deve essere prenotata per tempo, concordando la data con l’Ufficiale dello Stato Civile. A Soliera le sale disponibili sono le medesime previste per la celebrazione di matrimoni civili.

  • la sala Consigliare al p. Terra, del Castello Campori - Piazza F.lli Sassi n. 2
  • la sala Palco al p. Terra del centro culturale "Il Mulino" - Via Grandi n.204
  • l'ufficio del Sindaco al 2° piano del Palazzo Municipale - Piazza della Repubblica n. 1

 

Costi

Costi per l'utilizzo della Sala Consiliare presso il Castello Campori e della sala Palco al piano terra del “Mulino”, per celebrazione di matrimoni ed unioni civili:

  • utilizzo della sala per il solo tempo della cerimonia: residenti a Soliera  Euro 50,00
  • utilizzo della sala per il solo tempo della cerimonia: non residenti a Soliera Euro  200,00
  • utilizzo della sala protratto oltre la cerimonia (max 1 ora) - Euro 100,00
  • l'utlizzo dell'ufficio del Sindaco è gratuito

 

Informazioni utili

Contestualmente alla dichiarazione di formare un'unione civile le parti possono:

  • Scegliere il regime patrimoniale così come previsto dal Codice Civile. Nel caso la coppia non esprima la volontà di scegliere il regime patrimoniale della separazione dei beni, per legge opera il regime della comunione.
  • Scegliere un cognome comune (art.1 comma 10 legge 76/2016). La legge prevede che le parti possano scegliere un cognome comune scegliendolo tra i loro due cognomi. Si rammenta che la scelta relativamente al cognome comune effettuata davanti all'ufficiale dello stato civile non implica un cambio delle proprie generalità anagrafiche.

 

Prenotare un appuntamento

Per maggiori informazioni e per presentare la richiesta di unione civile,  è necessario prenotare  un appuntamento con l’ufficio di stato civile. L'appuntamento si prenota  tramite il servizio online cliccando qui "APPUNTAMENTO", oppure telefonando al Numero Verde gratuito 800-719181   o rivolgendosi all'Ufficio Relazioni con il Pubblico in via Garibaldi n. 48.

 

 

Modulistica

Modulo scelta regime patrimoniale e testimoni per unione civile

 

Regolamenti

Regolamento per la celebrazione dei matrimoni civili e delle unioni civili

Regolamento per la disciplina dell'accesso e dell'utilizzo degli spazi del Castello Campori di Soliera

 


Normativa di riferimento: Legge 20/05/2016 n. 76 - D.P.C.M. 23/07/2016 n. 144

Procedimenti di Stato Civile
Mercoledì, 08 Maggio 2019

Il procedimento è di competenza dell'ufficio di Stato Civile posto nella sede municipale in Piazza della Repubblica n. 1 al p. Terra.

 

Presso l'ufficio di Stato civile sono rilasciati i seguenti estratti e copie integrali:

  • Nascita: è rilasciato dal Comune dove è stata denunciata la nascita o dove è stata trascritta la dichiarazione di nascita presentata ad un altro funzionario (ad es. il direttore sanitario dell’ospedale) o altrove (atti di nascita ricevuti dall’estero e trascritti nei registri di stato civile del Comune di Soliera).
  • Matrimonio: solo se il matrimonio è stato celebrato nel comune di Soliera o è stato trascritto nei registri di stato civile del Comune di Soliera in quanto uno dei coniugi era residente a Soliera al momento del matrimonio;
  • Morte: solo se il decesso è avvenuto nel comune di Soliera o è stato trascritto nei registri di stato civile del Comune di Soliera in quanto il deceduto  era residente a Soliera al momento della morte;

 

Costo

Gratuiti

 

Validità

Gli estratti hanno validità di 6 mesi dal rilascio (è ammesso da pubbliche amministrazioni, nonchè da gestori o esercenti pubblici servizi anche oltre i termini di validità nel caso in cui l'interessato dichiari, in fondo al documento, che le informazioni contenute non hanno subito variazioni dalla data del rilascio).

 

Informazioni utili

  • Gli estratti e le copie integrali di atti di stato civile possono essere rilasciati solo a cittadini maggiorenni. 
  • Per il rilascio di estratti e copie integrali di stato civile  occorre che si presenti l'interessato; in alternativa è possibile autorizzare al ritiro una  persona di propria fiducia munita di delega e copia del documento di identità del richiedente.
Procedimenti di Stato Civile
Mercoledì, 08 Maggio 2019

Procedura (necessaria sia per il rito civile che religioso)

Per potere celebrare un matrimonio con rito civile, o religioso avente effetti civili, occorre fare richiesta di pubblicazioni presso il comune dove uno dei due futuri sposi è residente.
Le pubblicazioni restano affisse per 8 giorni consecutivi all'Albo Pretorio online. Il matrimonio può essere celebrato non prima di 12 giorni e non oltre 6 mesi (180 giorni) dalla fine delle pubblicazioni.

 

Requisiti

Possono fare richiesta di pubblicazioni coloro che hanno i requisiti necessari previsti dal Codice Civile, ovvero due persone:

  • di diverso sesso e di stato libero, cioè non legati da un precedente matrimonio civile o religioso con effetti civili
  • non legate tra loro da vincoli di parentela, di affinità, di adozione e affiliazione nei gradi stabiliti dal codice civile (salvo autorizzazione del giudice tutelare)
  • maggiorenni o che abbiano compiuto il sedicesimo anno di età se muniti di autorizzazione del Tribunale dei Minorenni
  • cittadini stranieri in possesso del “nulla osta” o "certificato di capacità matrimoniale" del proprio Stato

 

Documentazione necessaria

  • Copia di un documento d'identità valido degli sposi
  • Richiesta del Parroco o del Ministro di culto ammesso nello Stato, per i soli matrimoni da celebrarsi in forma religiosa
  • Per i cittadini stranieri: nulla osta o certificato di capacità matrimoniale rilasciato dal Consolato o Ambasciata estera in Italia. Il nulla osta deve essere legalizzato o presso la Prefettura dove ha sede l'Autorità diplomatica o presso la Prefettura di Modena, sempre che non si tratti di Paese esente da legalizzazione. In mancanza del nulla-osta,  o di certificato di capacità matrimoniale, occorre una sentenza del Tribunale Italiano. Le donne straniere che intendono contrarre matrimonio che non sia il primo, devono provare, con specifica indicazione sul nulla osta o con sentenza giudiziaria di divorzio, che il precedente vincolo matrimonio è stato sciolto da almeno 300 giorni (art. 89 codice civile)
  • Autorizzazione del giudice per le donne che hanno sciolto il vincolo di matrimonio precedente da meno di 300 giorni

 

Costi

  • n. 1 marca da bollo di euro 16,00 se entrambi gli sposi sono residenti a Soliera
  • n. 2 marche da bollo di euro 16,00 se uno degli sposi non è residente a Soliera (una marca da bollo è necessaria per la pubblicazione anche presso l'altro comune di residenza)

 

Prenotare un appuntamento

Per maggiori informazioni e per presentare la richiesta di pubblicazioni,  è necessario prenotare  un appuntamento con l’ufficio di stato civile. L'appuntamento si prenota  tramite il servizio online cliccando qui "APPUNTAMENTO",  oppure telefonando al Numero Verde gratuito 800-719181   o rivolgendosi all'Ufficio Relazioni con il Pubblico in via Garibaldi n. 48.

 

 

Procedimenti di Stato Civile
Mercoledì, 08 Maggio 2019

Il matrimonio è  preceduto dalle pubblicazioni di matrimonio richieste all'ufficiale dello Stato Civile del Comune di residenza di uno dei due sposi, e può essere celebrato nel Comune di residenza di uno degli sposi o in altro Comune a scelta.

 

Il matrimonio civile si celebra nella Casa Comunale, in sale del Comune destinate a questo scopo, davanti al Sindaco o all'ufficiale di Stato civile ed alla presenza di due testimoni, secondo le regole e i costi previsti dal Comune.

 

Il matrimonio con rito religioso riconosciuto dalla legge italiana, si celebra davanti al Sacerdote (o al Ministro di culto), ma è valido anche per lo Stato ed è quindi trascritto nei registri dello Stato Civile del comune di residenza degli sposi.

 

Sale disponibili

La cerimonia civile deve essere prenotata per tempo, concordando la data con l’Ufficiale dello Stato Civile. A Soliera le sale disponibili per la celebrazione di matrimoni civili sono:

  • la sala Consigliare al p. Terra, del Castello Campori - Piazza F.lli Sassi n. 2
  • la sala Palco al p. Terra del centro culturale "Il Mulino" - Via Grandi n.204
  • l'ufficio del Sindaco al 2° piano del Palazzo Municipale - Piazza della Repubblica n. 1

 

Costi

Utilizzo della Sala Consiliare presso il Castello Campori e della sala Palco al piano terra del “Mulino”, per celebrazione di matrimoni ed unioni civili:

  • utilizzo della sala per il solo tempo della cerimonia: residenti a Soliera  Euro 50,00
  • utilizzo della sala per il solo tempo della cerimonia: non residenti a Soliera Euro  200,00
  • utilizzo della sala protratto oltre la cerimonia (max 1 ora) - Euro 100,00

L'utlizzo dell'ufficio del Sindaco è gratuito

 

Informazioni utili

  • Prima della celebrazione del matrimonio, i futuri coniugi devo comunicare all'ufficio di stato civile i nominativi di due testimoni a loro scelta e maggiori di età, consegnando la fotocopia di un documento d'identià dei medesimi.

 

  • Al momento della celebrazione del matrimonio i futuri coniugi devono scegliere il regime patrimoniale per la definizione della titolarità dei beni che saranno acquisiti durante la vita coniugale. Il regime che per legge si instaura con la celebrazione di matrimonio è quello della comunione dei beni previsto dagli art. 177 e successive modifiche del codice civile. La coppia può , al momento del matrimonio, scegliere un regime patrimoniale diverso quale:
    • - il regime della separazione dei beni;
    • - il regime patrimoniale secondo la legge dello stato di appartenenza (se stranieri) o del luogo estero di residenza, come disposto dall’art. 30 della legge n.218 del 1995

 

Prenotare l'appuntamento

Per maggiori informazioni e la verifica della documentazione necessaria alla celebrazione del matrimonio,  occorre prenotare un appuntamento con l'ufficio di Stato Civile,  tramite il servizio online cliccando qui "APPUNTAMENTO",  oppure telefonando al Numero Verde gratuito 800-719181   o rivolgendosi all'Ufficio Relazioni con il Pubblico in via Garibaldi n. 48.

 

Modulistica

Modulo scelta regime patrimoniale e testimoni per matrimonio civile

 

Regolamenti

Regolamento per la celebrazione dei matrimoni civili e delle unioni civili

Regolamento per la disciplina dell'accesso e dell'utilizzo degli spazi del Castello Campori di Soliera

 

 

 

Normativa di riferimento: DPR 3/11/2000 n. 396

Procedimenti di Stato Civile
Mercoledì, 08 Maggio 2019

I cittadini stranieri possono acquistare la cittadinanza Italiana se in possesso di determinati requisiti.

La cittadinanza italiana è concessa dal Ministero dell'Interno previa domanda da presentare alla Prefettura compentente per territorio. Tutte le informazioni dettagliate per ottenere la cittadinanza italiana sono pubblicate sul sito della Prefettura di Modena

Gli stranieri nati/e in Italia, residenti legalmente in Italia sin dalla nascita, in età tra i 18 e i 19 anni che intendono assumere la cittadinanza italiana devono presentare domanda presso l'Ufficio dello Stato Civile del Comune di residenza.

 

Giuramento e riconoscimento del possesso della cittadinanza italiana a cittadini stranieri

Il giuramento è obbligatorio per l'acquisizione della cittadinanza italiana.

Entro sei mesi dalla data di notifica del Decreto di concessione della cittadinanza da parte della Prefettura, deve essere reso giuramento davanti al Sindaco del Comune di residenza.
Per richiedere di rendere giuramento occorre prenotare un appuntamento con l’ufficio di stato civile. Chi non può accedere alla prenotazione on-line perchè sprovvisto di collegamento internet,  può rivolgersi di persona all'Ufficio Relazioni con il Pubblico in via Garibaldi n. 48 e prenotare l'appuntamento.

A seguito del giuramento anche i figli minori conviventi con il genitore che ha giurato diventano italiani previa attestazione del Sindaco. L'Ufficio di Stato Civile procede a verificare la condizione di convivenza.


Documentazione da consegnare il giorno dell'appuntamento:

  • Decreto in originale e due fotocopie
  • Relata (ricevuta) di notifica della Prefettura e una sua fotocopia
  • Documento di identità e una sua fotocopia
  • Permesso di soggiorno e una sua fotocopia
  • In caso di presenza di figli minori conviventi: certificati di nascita dei figli da cui risulti il rapporto di filiazione, tradotti e legalizzati, i passaporti e permesso di soggiorno dei figli
  • Istanza per rendere giuramento
  • Per assolvere gli obblighi relativi all’imposta di bollo occorre una marca da bollo di € 16,00 per la domanda.

 

 

Richiesta per la dichiarazione di cittadinanza dei cittadini diciottenni stranieri nati in Italia

I ragazzi stranieri nati in Italia, residenti legalmente in Italia sin dalla nascita, in età tra i 18 e i 19 anni che intendono assumere la cittadinanza italiana, prima della domanda devono prenotare un appuntamento con l’ufficio di stato civile, per la verifica delle condizioni richieste dalla legge (art.4 Legge 5 febbraio 1992 n 91).

Al fine di verificare la residenza legale costante in Italia dalla nascita, l'Ufficio può chiedere eventuale documentazione idonea aggiuntiva rispetto a quella elencata.

 

Documentazione

  • Documento di identità valido
  • Titolo di soggiorno valido (permesso o carta di soggiorno)
  • Passaporto estero se in possesso
  • Istanza per accedere alla dichiarazione di cittadinanza
  • Per assolvere gli obblighi relativi all’imposta di bollo occorre una marca da bollo di € 16,00 per la domanda e € 200,00 per tassa statale che va pagata solo quando l'ufficio comunale ha verificato che ci siano le condizioni per rendere la dichiarazione di cittadinanza.

 

 

Riconoscimento del possesso della cittadinanza italiana a cittadini stranieri di ceppo italiano

Per la verifica delle condizioni richieste dalla legge (art.4 Legge 5 febbraio 1992 n 91), è necessario prenotare  un appuntamento con l’ufficio di stato civile.

 

 

Prenotare un appuntamento

Per maggiori informazioni relativamente alla pratica di cittadinanza, per il giuramento e la consegna di documenti, è necessario prenotare un appuntamento con l'ufficio di Stato Civile. L'appuntamento si prenota  tramite il servizio online cliccando qui "APPUNTAMENTO", oppure telefonando al Numero Verde gratuito 800-719181   o rivolgendosi all'Ufficio Relazioni con il Pubblico in via Garibaldi n. 48.

 

Normativa di riferimento: DPR 396/2000, L. 91/1992, DPR 572/1993, DPR 362/1994, L. 94/2009 

 

Procedimenti di Stato Civile
Mercoledì, 08 Maggio 2019

Al momento del decesso è necessario effettuare la denucia presso l'ufficio di stato civile affinchè l'atto sia iscritto negli appositi registri. La denuncia di morte è effettuata da un parente del defunto o dall'Agenzia di onoranze funebri incaricata dai familiari.

 

Dove

La denuncia deve essere effettuata presso l’ufficio di Stato Civile del Comune nel quale è avvenuto il decesso

 

Documentazione necessaria

  • la scheda di morte ISTAT compilata dal medico curante ed il certificato di visita necroscopica rilasciato dal medico necroscopo dell'ASL di competenza
  • Se il decesso è avvenuto in ospedale, in luogo di cura o in struttura per anziani è necessaria anche la comunicazione di avvenuto decesso predisposta dalla struttura ospedaliera

In caso di morte violenta o per incidente, la procedura richiede l’intervento della Procura della Repubblica, che deve rilasciare il nulla osta.

 

Solo per le denunce di morte, in caso di due o più giorni consecutivi di chiusura per festività dell'ufficio di Stato Civile  è attivo un servizio di reperibilità al numero di cell. 348.3219166,  dalle ore 8.30 alle ore 12.30:  nel caso di "ponte" il servizio di reperibilità è previsto nel giorno feriale;  nel caso di più giorni festivi consecutivi il servizio di reperibilità è attivo dal 2° giorno festivo.

 

Sepoltura e concessione loculi

Per quanto riguarda la sepoltura nei cimiteri comunali e  la concessione di loculi, cliccare qui  Procedimenti di Polizia Mortuaria e Servizi Cimiteriali

 

Costi

Se è richiesta l'autorizzazione al trasporto della salma fuori Comune, è necessario munirsi di due  marche da bollo da 16,00 euro/cad.

Normativa di riferimento: Codice Civile e DPR n.396/2000

Procedimenti di Stato Civile
Mercoledì, 08 Maggio 2019

Quando nasce un bambino l’evento deve essere denunciato all’ufficiale di stato civile per consentire che venga registrato l’atto di nascita ed il bambino sia iscritto nei registri anagrafici del Comune di residenza dei genitori.

 

Chi può effettuare la denuncia

  • uno dei genitori, se coniugati
  • entrambi i genitori se non coniugati
  • il solo genitore che riconosce il figlio

Se i genitori hanno un'età inferiore ai 16 anni devono avere l'autorizzazione del giudice tutelare.

 

Dove

La denuncia di nascita può essere presentata alternativamente, a scelta del genitore:

  • Nell'ospedale dove è avvenuto il parto
  • Presso l’ufficio di Stato Civile del Comune dove è avvenuta la nascita
  • Presso l’ufficio di Stato Civile del Comune di residenza dei genitori

 

Entro quanto tempo effettuare la denuncia

La denuncia di nascita deve essere effettuata tassativamente:

  • entro i 3 giorni successivi alla data di nascita se la denuncia è fatta direttamente nell'ospedale nel quale è avvenuto il parto; 
  • entro i 10 giorni successivi alla data di nascita se la denuncia viene fatta presso l'ufficio di stato civile del Comune di nascita del bambino o di residenza dei genitori. Se il 10° giorno è festivo la denuncia può essere effettuata il giorno successivo.

 

Documentazione necessaria

Al momento della denuncia il genitore deve essere in possesso della seguente documentazione:

  • attestazione di nascita rilasciata dall'ostetrica o dal medico che ha assistito al parto;
  • dichiarazione sostitutiva di avvenuto parto, per chi non ha ricevuto assistenza sanitaria;
  • documento di riconoscimento

 

Scelta del doppio cognome

Se i genitori intendono di comune accordo attribuire al neonato o alla neonata ambedue i loro cognomi possono farlo presentandosi insieme all'ufficio per fare la richiesta contestualmente alla denuncia di nascita.
Senza questa specifica richiesta, al bambino o alla bambina sarà attribuito il solo cognome paterno.
Si precisa che, nel caso sia un unico genitore a fare il riconoscimento al momento della denuncia di nascita il cognome attribuito sarà quello di questo genitore.

 

Normativa di riferimento: DPR 396/2000; Codice Civile

Torna all'inizio del contenuto